Staffetta sanitaria

E’ una rete di persone e associazioni che dalla fine del 2014 si occupa, insieme a Mezza Luna Rossa Kurdistan Italia, di sostenere il sistema sanitario del Rojava.

Ha Inviato in questi anni medici ed infermieri, portato medicine e piccole attrezzature e operato nel campo della prevenzione. La sua attività si adegua al contesto della Siria del nord-est e alle richieste di MezzaLuna Rossa Kurda.

L’autogoverno del Rojava, ispirato ai principi dell’ecologia sociale, del femminismo, della multiculturalità e dell’economia solidale, ha comportato l’embargo da parte della Turchia e dell’Iraq e questo rende ancora più difficile la vita quotidiana e la ricostruzione.

E anche su questo piano che si misura il Confederalismo democratico che, mentre deve ancora difendersi da Isis, deve assicurare condizioni di vita accettabili e quindi la ricostruzione di un sistema sanitario adeguato alle esigenze di una popolazione stremata da una lunga guerra.

Staffetta sanitaria ha raccolto fondi, in raccordo con Mezza Luna Rossa Kurdistan Italia onlus e con altre Associazioni e ONG, per la ricostruzione dell’ospedale di Tall-Tamr e l’invio di medicine e attrezzature. Su questo piano, dopo l’invasione da parte della Turchia dell’ottobre 2019, è stato condotto un grande sforzo per inviare risorse finanziarie per gestire l’emergenza umanitaria nel nord est della Siria.

Inoltre, interviene nel campo della prevenzione, anche con riferimento ad una malattia particolarmente grave come la Leshmaniosi e interagisce con l’Accademia medica di Mesopotamia per contribuire alla formazione di personale medico locale.

Alcune inziative sono diventate Progetti a medio termine, altre Campagne di informazione/raccolta fondi che, in qualche caso, si ripetono nel tempo com’è per le Arance di Sos Rosarno e la birra Azadì.

Partecipa agli incontri annuali di Mezza Luna Rossa Kurdistan Italia, occasione in cui rendiconta pubblicamente sulle attività realizzate.


Collaborare con Staffetta sanitaria

Molte attività di Staffetta, che è una struttura che si regge esclusivamente sull’attività di volontari/attivisti, non sarebbero state possibili se non ci fosse stato in questi anni il supporto operativo di persone e strutture che ci hanno consentito di arrivare ad obiettivi importanti. Vedi il caso della raccolta ed invio di circa 800 kg di medicine per la quale strutture e persone in tutto il paese (dalla Calabria a Trieste) si sono mobilitate. Ancora di più va segnalata la partecipazione di decine di strutture che hanno aderito alla Campagna “Una Zuppa per il Rojava”, gestendo (anzi autogestendo) completamente l’iniziativa dalla sua  organizzazione pratica, in cui ogni “ristoratore” ha deciso ad es. cos’èra la “zuppa”, fino alla sottoscrizione diretta ala MezzaLuna Rossa Kurdistan Italia. In altri casi, l’apporto è di carattere specialistico-tecnico, come il caso del Progetto protesi 3D o degli insegnamenti per l’Accademia medica.

Come si può collaborare con Staffetta:

  • proponendo iniziative sia di carattere informativo che di raccolta fondi
  • collaborando ai Progetti in corso, soprattutto nel caso siano richieste competenze specifiche che tu possiedi (vedi ad es. il Progetto Protesi 3D)
  • proponendo nuovi Progetti
  • collaborando alle attività di traduzione di documentazione se sai l’inglese, l’arabo, il turco, il kurmangi (curdo parlato in Siria).

Ogni contributo, sia personale che da parte di strutture organizzate, è prezioso e gradito. Scrivere a  staffettasanitaria@gmail.com .

Per approfondimenti sulle attività di Staffetta scarica il file Allegato.

Altri documenti e documentazione si possono trovare a questo link

Canale youtube